Guida Barcellona

Guida Barcellona ☆☆☆☆☆ 0
5 1

Ho un biglietto prenotato. Cosa devo fare?

Devi recarti con il tuo biglietto stampato precedentemente o voucher NetFerry presso gli uffici portuali della compagnia da te scelta: il terminal GNV è alla rotonda successiva del molo Acciona Trasmediterranea, quello Grimaldi Lines poco più avanti al Muelle de Costa, terminal F3; qui troverai i vari uffici d’imbarco delle compagnie, per espletare le procedure di check-in. Ricordiamo che il check-in va fatto entro un’ora dalla partenza della nave.

Come mi muovo a Barcellona

In base al terminal di arrivo, dal porto di Barcellona dovrai camminare o prendere la navetta al fondo delle Ramblas. I mezzi di trasporto di Barcellona non sono necessariamente il modo migliore di girare, anche se non te lo aspetteresti. Perché? Perché il centro città non è così grande come sembra. La metropolitana è eccellente e non dovrai aspettare più di 5 minuti per un treno, è utile specialmente d’estate, quando è troppo caldo per camminare. Se scegli di andare a piedi sarai sorpreso di scoprire che molti luoghi di interesse in città sono più vicini di quanto tu possa pensare. Il fatto di camminare dà anche il beneficio aggiuntivo di poter godere della straordinaria architettura. Prendi una mappa stradale e prova a girare a piedi per un po’. Resterai sorpreso da quanto sia rapido e facile. I taxi sono un’alternativa accessibile rispetto al trasporto pubblico. Generalmente avrai bisogno di noleggiare un’auto solo se hai bisogni particolari o se dovrai fare viaggi di un giorno fuori dal centro città. In caso contrario, i mezzi pubblici sono economici, puliti ed efficienti e più che sufficienti per spostarsi per il centro. Ti segnaliamo infine l’utile tour in autobus Sali e Scendi: questo è un modo semplice di fare un giro iniziale e vedere le attrazioni principali di Barcellona. Molti turisti si perdono alcune delle attrazioni migliori solo perché non sapevano nemmeno che ci fossero! Grazie a questo servizio potrai vedere tutte i punti di interesse principali della città. Devi soltanto salire sull’autobus, scendere per visitare l’attrazione lì dove si trova, e risalire sull’autobus per andare a quella successiva. Potrai così visitare i luoghi più ammirati di Barcellona: la Sagrada Familia di Gaudí, il Quartiere Gotico e il villaggio olimpico, Poble Espanyol. Le spiegazioni a bordo sono disponibili in 10 lingue diverse, ideale per quelli che vogliono avere una panoramica della città senza dover pianificare troppo. Una volta che sai dove trovare questi luoghi puoi sempre tornare a quelli che ti interessano ed esplorarli in modo più approfondito. Questo servizio è anche ottimo per le persone più anziane o che non vogliono camminare troppo per vedere tutti i luoghi di interesse turistico. L’autobus Sali e Scendi è il servizio ideale per chi è nuovo a Barcellona e non vuole perdersi nulla.

Cosa c’è da fare a Barcellona

Barcellona è una città che riesce sempre a stupire: te ne innamori a prima vista e chiunque, una volta visitata per la prima volta, non vede l’ora di tornarci. Il sole, il mare, la gente in strada a tutte le ore, ma anche i monumenti e i numerosi punti d’interesse la rendono senza dubbio una delle città più attraenti d’Europa. Non si può non iniziare la lista delle cose da vedere a Barcellona se non con la Sagrada Familia, monumento simbolo della città. Questa maestosa chiesa, capolavoro dell’architetto Antoni Gaudì, è a tutt’oggi incompiuta nonostante i lavori siano iniziati nel 1883, sia per la maestosità dell’edificio, sia perché i progetti originali sono andati persi durante un bombardamento della guerra civile. Finanziata grazie alle offerte dei fedeli, la costruzione avanza oggi a ritmi lentissimi, a causa dei costi elevati, oltre che alla difficoltà del progetto. Si stima che i lavori possano terminare entro il 2030. Intanto, però, il cantiere è diventato un’attrazione turistica per se stesso, grazie alle alte torri, dalle quali si può godere un’ottima vista di Barcellona, e grazie al museo che mostra ai visitatori le varie fasi, presenti e future, della costruzione della chiesa. Osservare i lavori in corso con scultori aggrappati alle guglie, manovali che incidono grossi blocchi di pietra, ponteggi e impalcature ovunque, permette ai visitatori di rendersi maggiormente conto dell’imponenza del progetto. Ti consigliamo di prenotare i biglietti per visitare gli interni data la lunghissima fila che c’è sempre per accedervi. La Rambla è la via più famosa di Barcellona, che si snoda per oltre un chilometro da Plaza Catalunya fino al mare, è una vera gioia per tutti e cinque i sensi. Affollatissima a ogni ora del giorno e della notte, vi si affacciano edifici e punti di interesse come il museo delle cere, il teatro Liceu o il mercato La Boqueria, davvero da non perdere. Ma il bello di passeggiare lungo la Rambla consiste nel vivere la vita all’aria aperta, ammirare gli artisti di strada o girovagare tra le bancarelle ed i mercatini.
La zona che si trova circoscritta tra la Rambla, via Laietana, il Port Vell e Plaza Catalunya prende il nome di Barrio Gotico, o quartiere gotico in italiano. E’ un dedalo di stradine pedonali, strette e affollate dai turisti a qualsiasi ora del giorno e della notte, piene di negozi, bar e ristoranti. Molto piacevole da visitare, soprattutto perché all’improvviso, girando un angolo si può sbucare in alcune tra le piazze più belle della città. Da non sottovalutare Placa del Pi, dove si trova l’omonima chiesa, o la bella Placa de Sant Jaime con il municipio cittadino, mentre da non perdere è la piazza della Cattedrale, su cui si affaccia questo enorme edificio di culto costruito in stile gotico, vero e proprio vanto di Barcellona. Altri due capolavori di Gaudì, la Casa Milà e la Casa Batllò, si trovano lungo il Passeig de Gracia, una delle strade dello shopping più esclusive di Barcellona. Il loro stile unico e inimitabile le rende due must assoluti da visitare in città, soprattutto considerando che si trovano a poche decine di metri l’una dall’altra. Commissionate ad Antoni Gaudì in momenti diversi da parte di due famiglie della borghesia di Barcellona, sono state oggi trasformate in musei, ognuna delle quali mette in mostra sculture e opere di Gaudì e soprattutto i concetti innovativi che il visionario architetto metteva in pratica per dare alle sue costruzioni un aspetto unico, sia all’esterno che all’interno. Un’altra delle meraviglie che Gaudì ha lasciato in eredità a Barcellona è il Parc Guell. Situato a nord della città, questo parco in origine doveva essere un complesso residenziale per la borghesia del ‘900, ma in seguito il progetto fu abbandonato e oggi è diventato una delle icone di Barcellona. Splendida la vista su Barcellona da Parc Guell. Da non perdere una foto ricordo al simbolo del parco, la fontana a forma di drago, così come una vista panoramica pazzesca sulla terrazza costituita da una miriade di mosaici colorati da cui si domina tutta Barcellona.
Infine ti consigliamo il quartiere di El Born. E’ situato in posizione centralissima, a due passi dalla cattedrale, ma è veramente una zona poco battuta dai turisti. Qui si trovano i migliori tapas bar della città, un locale dopo l’altro in cui mescolarsi con la gente del posto per divertirsi fino a tardi ed assaggiare i piatti della cucina locale. Tuttavia, ci sono anche numerose attrazioni da non perdere, come il Museo Picasso, che celebra l’artista con una collezione unica. A breve distanza si trova anche il Parc de la Ciutadella, polmone verde della città, in cui trascorrere una piacevole giornata all’aperto al riparo dal caos del centro di Barcellona. La vita notturna di Barcellona è diventata ormai leggendaria, le notti sono sempre molto effervescenti e sembrano non avere mai fine: siamo nella capitale della movida e delle nuove tendenze in tema di divertimento giovanile. Numerosissimi sono i locali e le discoteche, la più vicina al porto è la famosa Maremagnum, molto riconoscibile: si trova sull’acqua, alla fine di una passerella in legno. I suoi muri a specchio e il tetto ad arco riflettono l’acqua che lo circonda, immergendolo in un bagliore blu. Qui troverai diversi club e discoteche per tutti i gusti musicali e personali. Insomma i posti da visitare e i divertimenti non mancano, a te la scelta!

Valutazioni di Guida Barcellona